“Ci occupiamo di arte per abbattere le nostre frontiere, riempire il nostro vuoto, realizzare noi stessi…. il teatro con la sua corporea percettività mi è parso sempre un luogo capace di sfidare se stesso ed il pubblico violando le immagini, i sentimenti stereotipati e comunemente accettati “.

(Jerzy Grotowskj) 

Il Tavolo Cultura di Padova Capitale Europea del Volontariato 2020, in collaborazione con Solidaria e nell’ambito del percorso di rielabora- zione “Ripensiamo insieme l’Italia” propone un bando per la selezione di 11 progetti di arte performativa e interventi laboratoriali. 

E’ possibile candidare il proprio progetto entro le 23.59 del 12/07/2020.


Finalità del bando 

In un momento in cui siamo costretti a restare fisicamente separati, la cultura ha ridotto le distanze e ci ha mantenuto connessi. 

Questo bando non ha la pretesa di risolvere la situazione economica degli operatori della cultura, già precaria prima di questa crisi, ma di dare prospettiva e possibilità di azione. E, soprattutto, di riconoscere il ruolo fondamentale, non accessorio, della cultura nella società contemporanea. 

In occasione di Padova Capitale Europea del Volontariato, il Centro Servizi Padova Solidale ODV, in qualità di Centro Servizi per il Volontariato provinciale di Padova, indice il presente bando al fine di selezionare 11 progetti di arte performativa ed interventi laboratoriali (pubblici) aventi finalità di partecipazione ed inclusione sociale. 

Scopo del bando quindi è quello di sostenere in questo momento di socialità limitata i soggetti del terzo settore, le associazioni artistiche e i singoli artisti che agiscono con finalità di inclusione sociale, attraverso il finanziamento di iniziative originali volte a dare continuità alle attività di quei soggetti. 

I progetti selezionati dovranno essere realizzati entro la fine del corrente anno. 

I vincitori, saranno chiamati inoltre a raccontare la loro esperienza o attuare in forma di restituzione pubblica il loro progetto, all’interno del Festival Solidaria, che si svolgerà a Padova dal 21 al 27 settembre. 

Vista la situazione sanitaria e normativa contingente, in continua evoluzione, si ri- chiede che il progetto contempli la possibilità di essere svolto anche in condizioni di limitate possibilità di contatto e assembramento. 

Tema del bando 

Il bando si inserisce nel percorso di Padova Capitale Europea del Volontariato. 

Il Tavolo Cultura di Padova Capitale Europea del Volontariato ha rappresentato un esperimento di definizione partecipata di un progetto comune tra diverse realtà che operano nel volontariato culturale. Durante il percorso è maturata la visione per cui la “cura degli spazi comuni”, in cui ciascuno possa portare il proprio contributo per il miglioramento della qualità della vita delle persone, è una missione che coinvolge ciascuno di noi, sia come singoli individui, sia come gruppi associativi. Per tale motivo è fondamentale garantire l’accesso agli spazi comuni della cultura anche alle fasce di popolazione normalmente tenute ai loro margini. 

Nell’ambito della cura intesa come promozione del benessere dell’individuo, accompagnamento e presa in carico dei suoi bisogni affettivi e di crescita, le arti espressive in ambito sociale costituiscono uno degli strumenti possibili di approccio terapeutico, volto non a fornire diagnosi o guarigioni, ma ad accogliere e ad accompagnare la persona nella propria esperienza di vita, promuovendone autonomia e consapevolezza, apprendimento di competenze espressivo-relazionali e pratico-artistiche, nuove possibilità di essere insieme con gli altri nella ricerca di nuove e più efficaci modalità di comunicazione. 

L’incontro con l’altro, la relazione, stanno alla base della presa in carico come stanno alla base di un’idea di comunità in cui cittadini e cittadine si confrontano e dialogano alla pari. Riteniamo che le arti performative costituiscano in ambito sociale una grande occasione per riflettere insieme sul senso dell’educazione a nuove forme di cittadinanza. 

Il percorso di Padova capitale Europea del volontariato si è raccordato con quello della terza edizione di Solidaria, che quest’anno ha scelto come parola chiave “Apertamente” e come tema principale di riflessione quello del ‘paesaggio’: il Paesaggio è relazione e un luogo diviene paesaggio nel momento in cui c’è una intermediazione umana e una relazione tra uomo e ambiente. 

Il bando si inserisce nelle iniziative della III edizione del Festival Solidaria e pertanto verrà data priorità ai progetti in linea con il tema scelto. In particolare, visto il tema dell’edizione di quest’anno, saranno privilegiati i progetti site specific che coinvolgano uno spazio pubblico del Comune di Padova. 

I candidati dovranno presentare un progetto di intervento artistico o laboratoriale che possa essere svolto in differenti condizioni di limitazione della socialità e che preveda una o più fasi di restituzione pubblica, in particolare durante il periodo di svolgimento della manifestazione Solidaria (Padova, 21-27 settembre 2020). 

Saranno premiati i progetti capaci di intervenire sui luoghi della città, preferendo le proposte creative in cui l’uso del corpo e della presenza fisica siano capaci di convivere con le disposizioni di sicurezza in atto. 

Competenza economica all’artista e formazione 

Il presente bando è volto a individuare e finanziare con una quota di 400 euro 11 pro- getti. 

  • 10 progetti aventi ad oggetto interventi performativi e/o laboratoriali aventi finalità di inclusione sociale da svolgere nel territorio di Padova e provincia entro la fine del 2020; in ogni caso, i progetti vincitori saranno presentati all’interno del Festival Solidaria in una forma da concordare con l’organizzazione. 
  • 1 progetto finalizzato a monitorare e documentare, nello stesso periodo di tempo, lo svolgimento dei progetti approvati e finanziati, allo scopo di presentare una forma di restituzione alla comunità delle attività svolte, nonché di costituire una sorta di archivio delle prassi e delle iniziative assunte dai soggetti che operano nel volontariato culturale durante questa emergenza sanitaria. 

La competenza economica rimane invariata anche se il progetto selezionato prevede costi maggiori rispetto alla stessa. 

Non è previsto il rimborso delle spese sostenute; per quanto riguarda le spese relative all’occupazione dello spazio pubblico, esse saranno coperte dai soggetti proponenti il bando. 

Partecipazione al bando 

La partecipazione al bando è gratuita. Il bando è rivolto ad artisti singoli, associazioni ed altre realtà del terzo settore. I partecipanti devono essere maggiorenni al momento della realizzazione del progetto. 

La domanda di partecipazione deve essere compilata in lingua italiana. 

Le candidature dovranno pervenire tramite il modulo dedicato dalla data di diffusione del presente bando entro e non oltre le ore 23.59 del 12/07/2020 

Modulo di partecipazione

Ciascun candidato può inviare 1 sola proposta. 

Note: 

Si precisa che: 

Sarà esclusa tutta la documentazione pervenuta in data non compresa nel periodo di validità del presente bando. 

L’intervento performativo o laboratoriale non deve comprendere elementi taglienti o materiali pericolosi per il pubblico di passaggio. 

Nel caso di utilizzo di suolo pubblico sarà necessario presentare un’istanza di occupazione temporanea di suolo pubblico presso il Comune di Padova. CSV, in collaborazione con i responsabili dei progetti selezionati, si occuperà della presentazione dell’istanza. Tale provvedimento concessorio riporterà le prescrizioni dell’occupazione, che dovranno essere obbligatoriamente rispettate e che potranno prevedere delle modifiche rispetto al progetto presentato in fase di istanza. Sarà a carico degli artisti la cura dei lavori di primo allestimento e installazione dei materiali necessari allo svolgimento del progetto, così come la disinstallazione degli stessi alla fine dell’evento. 

I soggetti vincitori sono responsabili per il rispetto, durante tutto lo svolgimento del progetto, della normativa vigente applicabile e in particolare la normativa sul rispetto del diritto d’autore (L. 633/1941 e seguenti modifiche). 

Il consenso del partecipante al trattamento dei suoi dati da parte degli Enti promo- tori e dei partner di progetto è manifestato attraverso la compilazione del modulo di iscrizione. I dati anagrafici rilasciati all’atto della registrazione saranno trattati in conformità del D.lgs.30/06/2003 n.196–Codice in materia di protezione dei dati personali e ss.mm.ii., e del Regolamento UE 2016/679, secondo l’informativa consultabile sul sito internet alla pagina https://www.padovaevcapital.it/privacy-cookie-po- licy/

Il presente concorso non è assoggettabile alla disciplina del D.P.R. n. 430/2001 in quanto non costituisce una manifestazione a premio di carattere commerciale. 

Giuria e selezione 

Tutte le proposte pervenute saranno sottoposte ad una selezione da parte di giuria tecnica e artistica, incaricata di indagare la fattibilità tecnica delle proposte, la coerenza della bozza progettuale con il tema proposto, la qualità formale, estetica e concettuale del progetto. 

Giovanni Savino – curatore artistico 

Cristina Aiosa – Cooperativa Il Sestante / operatrice sociale 

Alvise Schiavon/Mirella Cisotto – coordinatori del Tavolo Cultura di Padova capitale del Volontariato 

Il risultato della selezione sarà reso noto a partire dal giorno lunedì 05 agosto 2020 sulla pagina ufficiale di Padova Capitale Europea del Volontariato (www.padovacapitale.it). 

A seguito della selezione, i candidati riceveranno via e-mail una comunicazione ufficiale contenente gli esiti della selezione. 

L’organizzazione, in caso di necessità, si avvale della facoltà di nominare nuovi valutatori. Le decisioni delle commissioni sono inappellabili e insindacabili. 

Per ogni eventuale chiarimento, informazione: padovacapitale@csvpadova.org