Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Se le mafie fossero solo un’organizzazione economica e politica, o più ancora una semplice organizzazione dedita ai traffici illegali, sarebbe semplice per gli organi di contrasto averla vinta. In realtà la forza delle mafie sta nel capitale sociale delle relazioni che riescono a tessere anche all’interno della società civile.

In generale le mafie promuovono economie che immettono risorse in circolazione e, in diversi casi, distribuiscono posti di lavoro e servizi.
In alcuni contesti poi le mafie sono in grado di sostituire parzialmente lo Stato e le autorità locali nel fornire assistenza sociale a segmenti vulnerabili di popolazione. In questo senso possiamo parlare di “Criminalfare”.
Qui in Veneto le ultime inchieste hanno rilevato come le mafie non si limitino all’interlocuzione con segmenti del mondo imprenditoriale, ma siano, all’interno di alcune nicchie territoriali, entrate nel corpo vivo delle società locali.
Per questo è opportuno in questa fase riflettere sulla funzione di rassicurazione sociale esercitata dalle mafie.

Programma:

SALUTI
Emanuele Alecci, Presidente Centro di Servizio per il Volontariato di Padova

INTRODUCE
Claudia Mantovan, Università di Padova

INTERVENTI
Ugo Ascoli, sociologo Università Politecnica delle Marche
Valentina Moiso, sociologa Università di Torino – Larco
Giuseppe De Marzo, economista Rete dei numeri pari – Libera
Carmen Vogani, giornalista Associazione Da Sud

COORDINA
Gianni Belloni, Centro per la documentazione e l’inchiesta sulla criminalità organizzata in Veneto

CONCLUDE
Guido Turus, Centro di Servizio per il Volontariato di Padova

Torna al calendario