Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Martedì 13 ottobre, 16:30 – 18:00

Settimana europea delle regioni e delle città 2020 – Edizione virtuale

Workshop

Le iscrizioni sono aperte a questo link (entro il 27.09.2020)

Più del 75% dei cittadini europei oggi vive in ambienti urbani, ragion per cui città e regioni sono sempre in prima linea nei momenti più critici e di emergenza. Gli impatti drammatici della pandemia globale hanno colpito duramente il nostro panorama locale, in tutte le regioni dell’UE. I governi di ogni livello e, in particolare, le autorità locali e regionali, si sono trovate a dover fornire servizi di emergenza, coordinare i loro sforzi e mitigare il più possibile l’effetto dell’emergenza sull’economia. Nel fare questo le autorità locali hanno adottato varie misure in aggiunta a quelle previste a livello nazionale, per ridurre il rischio esistente e per prevenire i rischi futuri associati a pericoli biologici. Il ruolo delle iniziative e dei processi locali, come le reti di volontariato, sono state fondamentali nel rispondere ai bisogni immediati e anche nell’impegno per la ripresa. Allo stesso tempo, città e regioni continuano ad affrontare rischi nei loro contesti locali, che rendono il panorama particolarmente complesso e aumenta la vulnerabilità dei cittadini, dei sistemi vitali e delle economie.

Siete caldamente invitati a questo workshop virtuale, organizzato dal Comitato della Commissione delle Risorse Naturali delle Regioni e dall’Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio da disastri, in collaborazioni con il Centro Europeo di Volontariato. L’evento unirà rappresentati locali (piccoli e grandi comuni) e rappresentanti regionali che, assieme, condivideranno la loro esperienza nel costruire una
resilienza locale che possa interfacciarsi con il panorama di rischio provocato dalla pandemia globale.
Le testimonianze saranno riportate da rappresentanti dei comuni e delle regioni di Italia, Francia e Spagna, con la partecipazione di un membro del Comitato della Commissione delle Risorse Naturali delle Regioni, di un portavoce dell’ONU e infine un membro del Centro Europeo di Volontariato.

Il confronto ci permetterà di delineare delle buone prassi e delle lezioni imparate durante questo periodo, permettendoci di porre attenzione ad un tema centrale nelle strategie delle autorità locali per la resilienza e la riduzione del rischio, nonché per il ruolo della resilienza sociale attraverso l’impegno volontario.

Il workshop si terrà in concomitanza della giornata internazionale per la Riduzione del Rischio da Disastro il 13 ottobre che quest’anno si concentrerà proprio sulle strategie nazionali e locali, in linea col target E del Global Sendai Framework for Disaster Risk Reduction 2015-2030. In 90min, gli interventi diretti riporteranno le esperienze locali e regionali nella gestione dello shock da disastro, dello stress provocato a livello sistemico e della crisi sanitaria. In questa occasione offriranno anche le loro raccomandazioni, basate sull’esperienza, per ricostruire sistemi migliori e più resilienti.

Workshop:
Introduzione di Octavian Bivol, Capo dell’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Ufficio ONU per la Riduzione del Rischio
Interventi:
• Noémie Fompeyrine, Capo dell’Ufficio Resilienza di Parigi, Città di Parigi (Francia)
• Begoña Villacís Sánchez, vicesindaca, Consiglio Comunale Madrid (Spagna)
• Roberto Ciambetti, membro del Comitato Europeo delle Regioni, presidente della delegazione italiana del CoR, presidente del consiglio regionale Veneto (Italia)
• Cristina Piva, consigliera con delega al volontariato e all’educazione, Città di Padova (Italia), Capitale Europea del Volontariato 2020
Conclusioni di Gabriella Civico, direttrice del Centro Europeo del Volontariato

Il workshop sarà moderato da Andrew Bower, Programme Management Officer dell’Ufficio ONU per la riduzione del rischio da disastri.

Torna al calendario